Nelle varie realtà in cui si è sviluppato il progetto “Equilibri Naturali”, denominatore comune è stata la riscoperta delle emozioni che la Natura può offrire. Nelle sue varie declinazioni, il progetto ha visto il fiorire di numerose attività, diverse anche in relazione al contesto territoriale in cui si sono svolte e che ha portato a:

  • Seminari e workshop di formazione e aggiornamento professionale per gli operatori dell’educazione che lavorano per e con i Parchi, con la partecipazione di psicologi dello sviluppo e dell’età evolutiva, pediatri, esperti in neuropsichiatria infantile.
  • Seminari e workshop di formazione per docenti e insegnanti della scuola dell’obbligo, sia per inserire il progetto educativo nel curriculum scolastico, sia per facilitare il coinvolgimento delle famiglie nelle attività e negli eventi.
  • Incontri di sensibilizzazione delle famiglie dei ragazzi delle scuole partecipanti al progetto educativo.
  • Coinvolgimento di dirigenti e di operatori unità socio-sanitarie locali, responsabili di strutture deputate all’assistenza e al trattamento del disagio dei minori.
  • Attività sperimentali, condotte a livello specialistico socio-sanitario nel territorio di alcuni Parchi, in favore di bambini con diverse disabilità.
  • Ricerche e raccolta di bibliografia scientifica specifica, relativa all’efficacia del rapporto con la natura per il benessere dei bambini, utile a certificare l’utilità reale per i partecipanti alle attività.


Ecco in dettaglio una “rassegna” delle attività che si sono svolte nel territorio italiano dalla nascita del progetto “Equilibri Naturali”.

il progetto

EQUILIBRI NATURALI

è declinato da

Istituto Pangea onlus